Perchè ‘Tomato’ comics?

Il team di Tomato Comics è costituito da 7 fumettiste italiane che fanno prevalentemente fumetti in inglese sul web.

Il progetto è nato dalla voglia di ritrovare le proprie radici e di esplorare una sensibilità più vicina a noi utilizzando degli strumenti comunicativi (quali le sfumature del linguaggio e i riferimenti culturali) che solo la propria lingua madre puo’ offrire.

Al momento di scegliere un nome per il nostro team, abbiamo cercato un elemento che potesse fare da ponte tra questi due mondi: l’inglese come lingua del web, che ci ha permesso di conoscerci e di lavorare assieme, e l’italiano come collante del nostro progetto.

La scelta finale è ricaduta sul termine ‘tomato’ (inglese per ‘pomodoro’) in quanto parola mondialmente conosciuta ed immediatamente riconducibile alla cucina italiana.

Com’è organizzato il lavoro di Tomato?

Ognuna di noi ha un profilo personale in cui pubblica i propri fumetti in inglese.

Per Tomato Comics, ciascuna traduce i propri fumetti in italiano – anche se sembra un paradosso parlare di ‘traduzione’ – e poi li pubblica sul profilo di Tomato in un giorno prestabilito, che di solito rimane lo stesso ogni settimana. In questo modo sul profilo di Tomato ci sono nuovi fumetti ogni giorno e noi ci lavoriamo solo una volta a settimana.

Ogni decisione riguardante il lavoro relativo a Tomato Comics viene presa collettivamente, ma da un punto di vista delle scelte stilistiche per i nostri fumetti manteniamo una libertà assoluta.

Ci sono dei progetti in vista oltre ai social e allo shop?

Sì!

Il 2020 sarà un anno importantissimo per Tomato Comics: al Napoli Comicon uscirà infatti la nostra prima antologia per le edizioni Beccogiallo.

Potete già rifarvi gli occhi con questo segnalibro che annuncia l’uscita del volume: